Inter, Moratti: “Dzeko una meraviglia. Mou crede allo scudetto”

Le parole dell'ex presidente nerazzurro: "Mi piace l'Inter. La Roma, non ne parliamo: il fatto di maggiore interesse di questo campionato è senza dubbio Mourinho"

40
Moratti

Inter, Moratti elogia il mercato nerazzurro

L’ex presidente dell’Inter, Massimo Moratti, ha parlato a Il Messaggero. La lunga e intensa chiacchierata, come sempre, gira intorno alla sua ex Beneamata. L’ex patron nerazzurro segue con passione la sua ex Inter.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>>

Inter, Moratti: “Dzeko acquisto azzeccato”

Moratti sul mercato estivo del PSG, la società che ha una squadra stellare: “Ma ci pensa a cosa vuol dire, ora, essere un tifoso del Psg? La sera prima sei pazzo di entusiasmo perché sai che arriva la partita, poi vai allo stadio e diventi matto per davvero: Messi, Neymar, Mbappé, più gli altri. Fantastico. Mostreranno cose mai viste prima, e se non vinceranno tutto non importerà nemmeno tanto, per me: vuoi mettere la bellezza?

Massimo Moratti è entusiasta anche del mercato della società targata Gruppo Suning, parla anche della Roma, allenata dall’ex tecnico nerazzurro Mourinho: “Mi piace anche l’Inter. La Roma, non ne parliamo: il fatto di maggiore interesse di questo campionato è senza dubbio la presenza di Mourinho. La seguirò eccome. E che spettacolo il duello tra tanti bravi allenatori, è la chiave dell’annata. Anche se la figura di Mourinho sarà dominante. Sono felice per lui, che ha avuto un’opportunità bellissima, e per i romanisti. José dà una fiducia pazzesca ai suoi tifosi, e sono certo, anzi lo so, che ormai tutti si svegliano la mattina e sono felici, perché hanno Mourinho allenatore. Lui fa questo effetto. Il suo incastro con Roma mi sembra già perfetto”. 

Sul mercato dell’Inter:Sembrava si andasse verso il disastro. Poi ha indicato nuovi giocatori che mi sembrano perfetti, li sta facendo giocare in modo piacevole e vince, il che non guasta mai. Dzeko è una meraviglia: intelligentissimo, fa muovere centrocampo e attacco, tocca il pallone in modo delizioso e sembra non faccia fatica, come quelli bravi”.

Articolo precedenteInter, Bellinazzo: “La cessione di Lukaku non era necessaria”
Prossimo articoloInter, quanti gioielli in Primavera: cinque pronti all’esordio
Redattrice sportpaper.it e iminter.it, esperta di calcio italiano ed estero